FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi

wifiMio articolo su ilsicilia.it

Anche la Sicilia aderisce a Wifi.Italia.it, il progetto del Ministero dello Sviluppo economico per promuovere il turismo e l’accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni attraverso internet. È stato siglato proprio in questi giorni il protocollo di intesa dall’assessore all’economia Alessandro Baccei. Dopo Toscana ed Emilia Romagna la Sicilia è la terza regione d’Italia a partecipare all’iniziativa. Turisti e cittadini potranno collegarsi con un’unica modalità di accesso alla rete, automatica e valida per sempre, senza dover ripetere la registrazione o digitare la password ad ogni accesso.

Come funziona? Basterà scaricare un’applicazione sul proprio dispositivo mobile e connettersi quando ci si trova in prossimità di un luogo pubblico dotato di connessione wireless. Dell’elenco fanno parte piazze, musei, parchi, uffici. Presto il wifi verrà attivato anche presso il Teatro Antico di Taormina, uno dei luoghi d’arte più suggestivi e più frequentati dai visitatori. Grazie alle risorse dei programmi nazionali e comunitari per lo sviluppo dell’Agenda digitale verranno realizzate centinaia di nuovi punti di accesso in altrettanti luoghi di interesse.

Internet in questo modo verrà utilizzato non solo per dare la possibilità agli utenti di navigare, ma soprattutto per offrire loro servizi online che possano arricchire e incentivare l’offerta turistica, valorizzando il patrimonio artistico, culturale, naturale e ricettivo.

Partito il 13 luglio con alcuni progetti pilota a Roma, Milano, Firenze, Prato, Bari nella provincia di Trento e nel Polesine, WiFi.Italia.it ha riscosso un forte interesse: nella prima settimana più di 50mila persone hanno installato la app sui loro dispositivi mobili. Sono numerose finora anche le manifestazioni di interesse da parte di pubbliche amministrazioni e di privati.